Off, off, off - u SPIEL hè finitu. Hè per i ghjorni internaziunali di partita in Essen quist'annu. L'urganizazione Friedhelm-Merz-Verlag hà iniziatu di novu in 2021 dopu una pausa d'un annu per via di a situazione corona. A cunclusione hè pusitiva da l'urganizatori, i visitori è l'editori. A nova chance in una fiera cummerciale in situ hà fattu i fan di u ghjocu scavà in profondità in i so sacchetti - i soldi scorrivanu, per piacè di tutti. 

I ghjorni di ghjocu internaziunale SPIEL '21 finìu cun successu, cusì a cunclusione di l'urganizazione Friedhelm-Merz-Verlag. A più grande fiera di u mondu per i ghjochi di salone hà attiratu 93.600 visitatori l'annu passatu dopu una pausa ligata à a corona. L'amatori di u ghjocu anu pussutu vede, pruvà è cumprà più di 1.000 novi prudutti da 620 espositori da 41 paesi. I visitori anu fattu assai usu di l'ultima opzione in particulare. Uni pochi di partiti, chjappi di lodi anticipati in a ghjurnata di a fiera, sò stati venduti in pocu tempu. Quasi tutti l'editori anu parlatu di boni à eccellenti cifre di vendita. Sembra chì i fan di u ghjocu anu ritenutu i so soldi in i tempi di a pandemia per pudè andà in una larga corsa di shopping. L'editori è, soprattuttu, i rivenditori di ghjoculi sò cuncessi cusì: Durante a situazione pandemica, pocu o nunda hè accadutu à volte, in particulare in u settore cummerciale specializatu. I rivenditori eranu turbati da una grande calata di vendita - per elli u desideriu di cumprà hè una benedizzione.

A gioia di marchjà di novu per e sale di esibizione, di cunnosce i novi ghjochi, di cumprà prime edizioni o di rarità è d'acquistà d'affare suscita più di un surrisu in faccia. Ancu nantu à quellu di u direttore generale di Friedhelm Merz Verlag, Dominique Metzler: "Hè fantastico!" Era a so cunclusione interim u sabbatu. "U cuncettu hà travagliatu". Metzler hà prubabilmente digià cunnisciutu alcuni di i visitori è i figuri di vendita. Tuttavia, a fattura hè stata fatta solu à a fine: Cù più di 90.000 2019 visitatori, u debut Corona hè statu un successu. Per paragone: In 209.000, XNUMX XNUMX fans anu fattu u pellegrinaghju à Essen. Più di duie volte, à quellu tempu ùn si parlava micca di una pandemia cumpresi chjusi è restrizioni di cuntattu.

A visita di a fiera era sottumessu à e cundizioni 3G, è un centru di teste di corona hè statu stallatu nantu à i terreni di mostra per i visitori. Inoltre, una maschera era obligatoria in tutte e zone. "U cuncettu d'igiene ben pensatu cù corridoi più larghi, misure d'igiene aumentate è regulazione di distanza s'hè pruvatu è assicuratu a libertà di muvimentu necessaria", hà dettu u Friedhelm-Merz-Verlag in u so annunziu finale. È u cuncettu hà veramente travagliatu - almenu per a maiò parte. Quà è culà si li vede, i coati. Allora a maschera facciale hè diventata una mera maschera facciale - à volte apposta, à volte senza vuluntà, à volte solu a barba era in u modu. E i sacchetti di cajon veramente pruibiti anu ancu furmatu l'imaghjini in i saloni, anche se assai occasionalmente.

E misure sò entrate in vigore, à u massimu u sabbatu à u pranzu e regule d'igiene è di sicurità anu righjuntu i so limiti. A fretta di i visitori in u ghjornu di a fiera di u ghjocu di Essen, chì hè tradiziunale u più populari, hà causatu in ocasioni una "sovracarga di sistema" in parechji livelli. Uni pochi ore dopu, i boli s'eranu dritti, è cuntrolli più intensivi sò stati fatti à l'entrate. Dominique Metzler hà dichjaratu ch'ella ùn era micca cuscente di "incidenti negativi". U cuncettu hà travagliatu. À Friedhelm-Merz-Verlag ùn sò micca solu cuntenti di questu, ma ancu di u fattu chì a fiera hè in generale. Metzler hà revelatu ch'elli duveranu frissone: "2G avissi datu à a fiera u colpu fatale", hà revelatu. In particulare, certi editori stranieri avarianu tandu affruntatu prublemi; a participazione à SPIEL ùn saria micca pussibule per elli sottu una regulazione cusì più stretta. In fine, a pulitica duveria optà per u più scioltu di i dui chjassi - è à tempu apre a strada per SPIEL'21.

Dominique Metzler hà avà una volta pusitiva: "Sò assai cuntentu di l'entusiasmu chì sta fiera hè stata accolta da espositori è visitatori. Hè statu un annu spiciale per noi cum'è urganizatori, ma ancu per tutti i participanti. I ghjochi cooperativi sò di moda, è SPIEL hè statu un grande sforzu cumuni di l'urganizatori, l'espositori è i visitori. Cum'è l'urganizatori, ci sentimu cunfirmati da u successu di sta fiera. Hè stata esattamente a decisione ghjusta per urganizà una fiera analogica di novu questu annu è per dà à i fan di ghjocu di tuttu u mondu l'uppurtunità di participà à sta riunione più impurtante di u mondu di u ghjocu. I visitori anu aderitu à e regule di u ghjocu in modu esemplariu ".

Galerie d'images pour SPIEL'21 à Essen

[foogallery id = "32011" "

 

L'espositori eranu ancu soddisfatti di a popularità. A fiera significa un novu principiu per l'industria, hà dettu Hermann Hutter, editore (HUCH) è presidente di l'associu di l'industria per l'editori di ghjochi: "Questa fiera era assai equilibrata trà a sicurità è a quantità ghjusta di visitatori. Tutti i visitori eranu assai disciplinati - era l'esperienza perfetta per vede a gioia è l'entusiasmu di pruvà i novi prudutti. Ogni membru di Spieleverlage eV si sentia còmode è hà apprezzatu u fattu chì i visitatori è i ghjucatori di cummerciale internaziunali entusiastici sò venuti à Essen per literalmente assorbà i novi prudutti ".

U SPIEL'21 in Essen era assai più cà un ritornu à u territoriu familiar. Per l'industria di i ghjoculi, a fiera puderia esse un mudellu per ciò chì hè pussibule in i tempi difficiuli cù i cuncetti ghjusti. U Friedhelm-Merz-Verlag chjama questu a "scintilla iniziale per più avvenimenti cù un publicu". Cù tuttu u rilassamentu di a situazione di a corona, si applica ciò chì segue: A pandemia hè luntanu da esse finita. In particulare, fieri cummirciali orientati à l'internaziunale cum'è u SPIEL in Essen mostranu quantu chjucu u grande mondu largu pò diventà quandu un avvenimentu catastròficu cunnetta e nazioni. Induve u numeru di infizzioni hè cascatu in questu paese è u numeru di vaccinazioni hè in crescita, questu ùn hè micca u casu in altri paesi. È cusì un attaccu corona pò ancu esse assuciatu à SPIEL'22. A data per i ghjorni internaziunali di u ghjocu in l'annu à vene hè stata longa fissata: i ghjochi di tavulinu è di carte seranu celebrati di novu in Essen da u 6 à u 9 d'ottobre di u 2022.

À a fine di u SPIEL '21 di quattru ghjorni, Andreas Finkernagel, Managing Director di Pegasus Spiele, hà aghjustatu: "Sò sorpresa positivamente da u cursu di a fiera è speru chì avà pò cuntinuà cù l'avvenimenti face-to-face basati. nantu à u mudellu SPIEL ". Per Pegasus Spiele, l'avvenimenti in situ sò l'elementu cintrali di cuntattu cù i ghjucatori. "Aghju vistu parechje facce felici in i saloni, a ghjente hè felice di vultà in SPIEL", disse Finkernagel. "È i visitatori anu aderitu assai bè à e regule relative à a corona - e maschere è a distanza ùn anu micca disprezzatu u divertimentu. Videmu ancu chì a dumanda di ghjoculi hè splutata. I tavulini di ghjocu à u stand Pegasus Spiele eranu sempre cumplettamente riservati. E persone chì anu truvatu u so modu in l'hobby di u ghjocu l'annu passatu stanu avà cun elli ".

A maiò parte di i gamers frequenti è cunnistori si trascinavanu in casa soddisfatti è i so acquisti. Per elli, malgradu l'absenza di alcuni editori domestici è stranieri famosi, l'offerta fiera paria abbastanza grande. « L’un ou l’autre éditeur pourrait regretter de ne pas avoir participé à la foire », a conclu Dominique Metzler. Sonava cum'è un colpu amichevule. In ogni casu, a testa di l'editore hè stata liberata nantu à a so faccia, chì era solu a mità di ricunnosce. È 2022 ? Chì misure puderanu truvà a strada per u prossimu SPIEL ? Dominique Metzler ùn l'hà micca lasciatu guardà in e so carte, ma hà ammissu ch'ella avia carte in manu : "Ùn vogliu micca revelà nunda. Quessi sò i mo piani! " Sembra chì i visitori anu da esse preparatu per qualchi cambiamenti in l'annu chì venenu, chì seranu tandu utili per una sperienza di fiera positiva.

auturi